Sindaco mantovano censura una raccolta di poesie

romano monicelli censura

L’uomo che vedete in questa foto si chiama Romano Monicelli, è oggi sindaco di Castellucchio (MN). Questa sera, il 22 giugno 2017, si sarebbe dovuta tenere in Sala civica la presentazione della raccolta di poesie Bouquet di Flavio Cecchin, cittadino di Castellucchio.

L’evento non si terrà poiché a poche ore dalla presentazione il Sindaco ha ritenuto di vietare la pubblica lettura delle poesie dell’Autore.

Spiace che la poesia venga censurata,
chissà per quale motivo.

Immaginiamo che la natura di questo atto di scarsa sensibilità sia dovuto a questioni di natura morale… sanno tutti che il sindaco Monicelli è persona coerente e rispettosa dei cittadini: lo ha dimostrato sia in questo frangente sia quando dichiarò prima di essere eletto che si sarebbe dimesso dalla presidenza della Fondazione Villa Carpaneda. Dal sito della Fondazione pare che Monicelli ricopra ancora il proprio ruolo (proprio nella pagina operazione trasparenza 🙂 !!).

Davvero le poesie di Flavio sono da vietare? Giudicate voi stessi, ecco un’anteprima della raccolta.

Bouquet


Flavio Cecchin

Bouquet

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by F. Cecchin]

Esperienze, gioie, dolori mi hanno plasmato. Ho imparato a lottare, ho perso, ho vinto, ho creduto, ho sperato, ho pregato, ho amato e amo!
Nulla cambio del mio percorso perché la caparbietà che mi ha sempre comunque accompagnato mi ha fatto diventare un uomo diverso, nuovo, libero… ad ogni alba mi scelgo, mi amo per amare, mi perdono e sono felice di essere quello che sono!

Capitoli:

  • Bouquet
    Descrizione
    Biografia
    Indice
    Introduzione
    Prefazione
    Nota dell’autore
    Bouquet
    Capitolo I
    Capitolo II
    Capitolo III
    Capitolo IV

cover

I Divoratori

Annie Vivanti

I Divoratori

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by A. Vivanti]

“Caro Selvaggio, io sono una delle “divorate”. Non esisto più. La mia piccola Anne-Marie mi ha divorata. Ed è giusto, ed è bello, ed è santo che sia così. Essa mi ha consumata, e io ne sono lieta. Essa mi ha annichilita e io ne sono riconoscente.
Poiché è questa l’eterna legge, inesorabile e magnifica: che a queste vite date a noi, la nostra vita devo essere data.
E io – come tutte le madri – estasiata e a ginocchi, do la mia vita alla creatura inconscia che la esige”.
«Era un Genio la sua piccola Anne-Marie? Quella creaturina tenera e gaia come un uccelletto selvatico, era essa uno dei Divoratori?».

La protagonista di questo romanzo colto e raffinato di Annie Vivanti affronta le proprie ambizioni di donna: l’emancipazione sociale, le amicizie, gli amori e il sacrificio di esser madre; ovvero la scelta di donarsi totalmente a una piccola vita nuova.

Questa edizione ripubblica il romanzo originale in una nuova versione corretta e riveduta.
L’edizione digitale interattiva include: note e capitoli interattivi; notizie sull’Autore; notizie sul libro; una interessantissima tag cloud del libro e un link per connettersi alla comunità Goodreads, chiedere informazioni e condividere commenti e opinioni.

 

Capitoli:

  • Prefazione
  • I Divoratori
  • Libro primo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • VII.
  • VIII.
  • IX.
  • X.
  • XI.
  • XII.
  • XIII.
  • XIV.
  • XV.
  • XVI.
  • XVII
  • XVIII.
  • XIX.
  • XX.
  • XXI.
  • Libro secondo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • VII.
  • VIII.
  • IX.
  • X.
  • XI.
  • XII.
  • XIII.
  • XIV.
  • XV.
  • XVI.
  • XVII.
  • XVIII.
  • XIX.
  • XX.
  • XXI.
  • XXII.
  • XXIII.
  • XXIV.
  • XXV.
  • XXVI.
  • XXVII.
  • XXVIII.
  • XXIX.
  • XXX.
  • Libro terzo
  • I.

Annie Vivanti, "I Divoratori"

L’Illustrissimo

A. Cantoni

L’Illustrissimo

Con una prefazione di Luigi Pirandello

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by A. Cantoni]

“Dirò soltanto che qui il Cantoni, con predominio quasi assoluto dell’elemento fantastico, fa a suo modo – cioè col suo metodo artistico – opera di critica sociale, trattando il problema dell’assenteismo, del disinteressamento e dell’ignoranza dei signori delle loro proprietà rurali e della vita dei contadini, da cui pur traggono, senza saper come né in qual misura, il reddito pei loro ozii cittadineschi più o meno delicati. L’Illustrissimo è il signore, il padrone, pei contadini della Lombardia: il padrone ch’essi non han mai veduto, e che si figurano tiranno spesso spietato attraverso il fattore ladro e parassita, con cui trattano; non si fanno perciò scrupolo di frodarlo come e quanto più possono. […] I contadini ch’egli mette in iscena sono studiati, dunque, a uno a uno dal vero e ritratti nella loro indole, nelle loro passioni, nei loro pregi e nei loro difetti con meravigliosa efficacia. La trovata originalissima rende poi oltre modo gustoso il romanzo” (Luigi Pirandello).

Questa edizione, riveduta e corretta, è corredata di alcune note esplicative e di approfondimento, a vantaggio del lettore, per una maggiore attualizzazione di questo bellissimo romanzo.

L’edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

Capitoli:

  • Nota preliminare di Luigi Pirandello
  • L’Illustrissimo
  • Prologo
  • Parte prima
    • Giovannona
  • Parte seconda
    • Costantina
  • Parte terza
    • Una lettera, un prete e un soldato
  • Parte quarta
    • Padre, figlia e Niccolino
  • Parte quinta
    • Pompeo, Piangi e Sua eccellenza
  • Parte sesta
    • La vecchia, le giovani e la Contessa
  • Conclusione
  • Note

Alberto Cantoni, "L'Illustrissimo". Con una prefazione di Luigi Pirandello

La morale dei positivisti


Roberto Ardigò

La morale dei positivisti

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by R. Ardigò]

Ardigò propone in quest’opera il fondamento di un’etica moderna e universale, in grado di salvare la società dalle aberrazioni religiose e idealistiche.
«Il positivismo salva scientificamente la moralità», afferma l’Autore in questo libro; e dalla paura della morte, probabilmente.
Roberto Ardigò fu il più importante filosofo positivista italiano, trattò per primo l’importanza di un metodo scientifico per le nuove discipline psicologiche e pedagogiche e criticò pubblicamente lo stato di censura del pensiero imposto dalla dottrina cattolica. In questo testo applica alla propria riflessione morale un metodo scientifico, scevro da prescrizioni ideologiche e solido nella propria impostazione naturale, o naturalistica.

Questa edizione riprende l’intera opera pubblicata nel 1889, ne corregge alcuni refusi e la integra di alcune note redazionali bibliografiche e di un indice analitico degli autori citati, elementi originariamente non presenti e introdotti ora a beneficio del lettore.
Questa edizione digitale interattiva include: note e capitoli interattivi; notizie sull’Autore; notizie sul libro; una interessantissima tag cloud del libro e un link per connettersi alla comunità Goodreads, chiedere informazioni e condividere commenti e opinioni.

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • La morale dei positivisti

    LIBRO PRIMO

    Introduzione

    Parte prima

    Capo I
    Capo II
    Capo III
    Capo IV
    Capo V
    Capo VI
    Capo VII

    Parte seconda

    Capo I
    Capo II
    Capo III
    Capo IV

    Parte terza

    Capo I
    Capo II
    Capo III
    Capo IV
    Capo V
    Conclusione

    LIBRO SECONDO

    Introduzione

    Parte prima

    Capo I
    Capo II

    Parte seconda

    Capo I
    Capo II

    Parte terza

    Capo I
    Capo II

    Parte quarta

    Capo I
    Capo II
    Capo III
    Conclusione
  • Note