Perché pubblichiamo libri gratis

book-1760993_960_720

Il catalogo di FdBooks è composto da classici della letteratura e opere di autori esordienti: i classici sono offerti a un prezzo di copertina davvero molto basso; gli autori esordienti sono pubblicati con l’offerta editoriale Auto da fé, del tutto gratuita.

Di cosa si tratta? Magnanimità? Eccesso di generosità? O ancora peggio… si nasconde forse in questa offerta editoriale una trappola inaspettata? Ecco, in questo post cercheremo di fare un po’ di chiarezza.

fioridiloto_0

I grandi classici della letteratura

Come descritto nel manifesto programmatico di FdBooks i classici della letteratura sono opere scritte da autori deceduti più di settant’anni fa, dunque liberi da diritti d’autore. Più precisamente il diritto di paternità di ogni opera intellettuale resta per sempre legato ai rispettivi autori, ma non accade lo stesso per i diritti di utilizzazione economica. S’intende infatti che passati i settant’anni dalla data del decesso dell’autore i diritti di utilizzazione economica (ovvero la possibilità di vendere l’opera) passano dall’essere individuali e privati a divenire proprietà pubblica.

Proprio questo è il punto: i diritti di utilizzazione economica di un classico della letteratura con il tempo non svaniscono, ma diventano proprietà pubblica. Crediamo che sia responsabilità degli epigoni non tanto sfruttare queste stesse opere per  ottenere un qualche ricavo economico ma soprattutto poterle adattare al presente e diffonderle il più possibile, per mantenerle vive. Crediamo che sia un preciso compito culturale, una vera professione intesa weberianamente (Beruf), al quale nessuna sirena mercantilistica ci impedirà mai di sottrarci. Ecco perché i classici della letteratura inseriti nelle collane di FdBooks sono pubblicati a un prezzo davvero irrisorio.

Le collane editoriali dei classici della letteratura di FdBooks includono testi di narrativa, saggistica, opere in lingua straniera, sezioni monografiche su singoli autori e libri illustrati. Visitate il catalogo.

logoautodafe

Auto da fé: pubblicare gratuitamente autori esordienti

L’offerta editoriale Auto da fé è ampiamente descritta nella pagina dedicata, qui precisiamo perché abbiamo scelto di proporre un’offerta del tutto gratuita.

Avendo lavorato diversi anni per alcune case editrici occupando diversi ruoli in differenti settori amministrativi e produttivi ho potuto osservare come l’avvento dei processi digitali di produzione abbia prodotto un’enorme risparmio di risorse, se utilizzati con competenza e responsabilità. Contemporaneamente l’editoria tradizionale, grande e piccola, ha assistito a una tragica crisi di mercato, reagendo in diverso modo.

Perché riteniamo indegne molte offerte editoriali attualmente sul mercato

Purtroppo ancora oggi sono molte le case editrici che propongono la pubblicazione di un autore esordiente a fronte di onerosi corrispettivi economici (per es. acquistando un numero di copie etc.). Contemporaneamente si assiste alla povertà culturale di processi automatici di autopubblicazione (selfpulishing) in cui si promette all’Autore la realizzazione di un libro professionale quando invece ciò che realizzano normalmente è una versione stampata e rilegata di un manoscritto in formato Word.

Quale soluzione proponiamo per pubblicare l’opera di un Autore esordiente

Ciò che proponiamo con l’offerta Auto da fé si colloca editorialmente in un processo di autopubblicazione, dunque l’Autore è l’editore di se stesso e FdBooks assiste l’Autore nel proprio percorso dalla corretta redazione del manoscritto alla pubblicazione sui mercati internazionali; sostenendo la sua opera anche in fase di promozione.

In questo modo l’Autore vive una vera esperienza editoriale professionale, nient’affatto automatica, ricevendo utili indicazioni e consigli per la propria opera.

In cambio del servizio offerto FdBooks chiede una percentuale sulle vendite dell’opera, traendo dunque un qualche ricavo da tale operazione. Anche in questo caso il nostro intento non è quello di lucrare sugli sforzi dell’Autore ma di sostenerlo onestamente: per questo motivo offriamo royalties altissimeicon-1718868_960_720

Siamo convinti che la collaborazione fruttuosa tra FdBooks e l’Autore possa portare frutti di maggior valore del semplice ricavo economico, che pure è giusto considerare. Siamo disposti a rinunciare a una parte del nostro ricavo e a cederla all’Autore in termini di royalties maggiori e altri servizi, se questo riesce a coinvolgere maggiormente l’Autore nella promozione della propria opera.

Se l’Autore crede fortemente in se stesso ed è messo nelle migliori condizioni per poter pubblicare degnamente la propria opera, i proventi saranno assicurati: sia quelli economici sia quelli di realizzazione personale.

La nostra offerta editoriale è gratuita perché i processi economici non debbono fondarsi unicamente sullo scambio di denaro ma anche di valori, esperienze e competenze: in un mercato di vera condivisione i frutti sono garantiti, e di maggior valore.

Ecco dunque la risposta alla domanda che in molti ci pongono: la gratuità della nostra offerta si fonda su valori ideali. Crediamo che l’economia di condivisione, grazie anche all’avvento dei processi digitali di produzione (ma non solo), possa consegnarci un mondo migliore.

Il Piccolo Principe siamo noi


Antoine de Saint-Exupéry

Il Piccolo Principe siamo noi

Adattamento teatrale per la scuola primaria
a cura di Morena Madaschi

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by M. Madaschi]

Cerco sempre di proporre Il Piccolo Principe nelle classi quinte perché è un libro che parla di sentimenti, induce a riflessioni esistenziali, suscita il piacere della curiosità, aggiunge valore all’ingenuità e celebra la lentezza.

I miei alunni hanno proposto di aggiungere siamo noi al titolo originale perché ciascuno ha riconosciuto nei vari personaggi qualcosa di sé e della sua personale esperienza. Inizialmente ho solo condiviso il loro pensiero, poi dando corpo alle parole con i gesti e con le voci e lavorando con i miei ragazzi sul palcoscenico ho riscoperto qualcosa di me stessa: l’entusiasmo, la curiosità, l’allegria, la tristezza.

E allora sì, il Piccolo Principe siamo noi perché questo piccolo uomo ha viaggiato tra di noi, con noi e dentro di noi.

Capitoli:

  • Descrizione
    Biografia
    Indice
    Introduzione
    Breve nota sull’autore
    Il Piccolo Principe siamo noi
    Impostazione scenica
    Oggettistica
    Personaggi
    Atto primo
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto secondo
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto terzo
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto quarto
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto quinto
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto sesto
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto settimo
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto ottavo
    Scena prima
    Scena seconda
    Atto nono
    Scena prima
    Scena seconda
    Scena ultima
    Voce agli attori

coverLow

Pubblicare un libro all’estero

vendere libri all'estero.jpg

Pubblicare un libro all’estero e vendere un libro autoprodotto in tutto il mondo è un obiettivo legittimo per l’autore che coltiva una giusta ambizione al successo.

FdBooks vende una buona parte del proprio catalogo in Italia ma sono molte le vendite realizzate all’estero. Per esempio l’offerta editoriale gratuita (ecco perché) della collana Auto da fé vende con facilità oltre i confini nazionali. Si consideri inoltre che molti titoli sono in lingua inglese.

Poiché alcuni lettori hanno chiesto se con FdBooks sia possibile vendere la propria opera  in formato cartaceo e digitale anche all’estero, pubblichiamo qui di seguito le statistiche aggiornate sulla nostra capacità di distribuzione.

Vendite FdBooks suddivise per Paese

Pubblichiamo inoltre qui di seguito i dati delle vendite dei soli titoli FdBooks in lingua italiana. Come si può notare, circa il 20% delle copie vendute sono acquistate su mercati stranieri.

Vendita all'estero di titoli in lingua italiana

Per gli autori che desiderano aderire all’offerta Auto da fé e pubblicare gratuitamente la propria opera è molto utile la possibilità di stabilire un prezzo di copertina per ogni singolo Paese di vendita, sia per l’edizione cartacea si per l’edizione digitale. Gli autori ricevono royalties per il 15% sull’edizione cartacea e per il 30% sull’edizione digitale.

Gli autori hanno a disposizione le statistiche di vendita aggiornate quotidianamente, con le quali  per esempio possono apprezzare le vendite nazionali e quelle straniere.

promo_m_4

I libri in formato cartaceo pubblicati con FdBooks sono liberamente ordinabili dalle librerie sia italiane che straniere. Il lettore che voglia ordinare un’opera in particolare non deve fare altro che recarsi dal libraio di fiducia, che in genere in una settimana di tempo provvede a recuperare la copia richiesta. Per quanto riguarda i titoli in formato digitale… beh l’ebook è un formato concepito apposta per la più ampia diffusione globale e in pochi minuti da ogni parte del mondo è possibile scaricarsi il libro e iniziare subito a leggerlo.

Tutti i titoli FdBooks sono inoltre presenti nel catalogo Goodreads, la più ampia comunità internazionale di amanti della lettura, nonché ottima vetrina per ciascun autore (e per ogni lettore!!).

 

La casa nel vicolo

M. Messina

La casa nel vicolo

Con una nota di Ada Negri

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea

 


Qualche sera, mentre le bambine
andavano a letto e Nicolina girava
ancora per casa, egli la chiamava.
L’abbracciava, baciandola sulla nuca con
violenza, quasi con collera, per stabilire,
ancora una volta, ch’era lui il padrone.

[Other books by M. Messina]

Maria Messina (1887-1944) elesse la sua Mistretta per poter descrivere non solo la realtà del piccolo borgo messinese e le condizioni degli umili, ma in forma inedita il rapporto di oppressione fra uomo e donna, l’assenza di una emancipazione (sociale, culturale, di genere) che la pesante marcia delle riforme statali sceglieva di relegare ai margini e dimenticare volutamente, accentandola come inevitabile.
Maria Messina è una giovanissima scrittrice delle grandi sfide, forse impossibili da vincere ma che valgono un’intera vita per essere combattute.

Capitoli:

Nota alla presente edizione
La casa nel vicolo
I.
II.

La casa nel vicolo

Il lavoro attraente, piacevole, dignitoso

C. Berneri

Il lavoro

attraente, piacevole, dignitoso

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by C. Berneri]

Perché lavoriamo?
Questa edizione propone al lettore un’interessante combinazione di letture sul tema del lavoro abbinando i due saggi Il lavoro attraente e Il cristianesimo e il lavoro.

Il lavoro è prerogativa anzitutto dei lavoratori, che debbono poter pensare alla propria attività come feconda e utile abbandonando, si spera, le lotte per il lavoro e praticando le lotte per il riposo, poiché il lavoro non è un atto eroico né una professione di fede ma una libera e dignitosa espressione dell’attività umana, che evolve nella tecnica e si adatta alle reali esigenze della società.

Capitoli:

Descrizione
Biografia dell’autore
Start
Nota alla presente edizione
Il lavoro attraente

I.Il lavoro senza pena
II.Il lavoro piacevole
III.I “pigri” e il problema del lavoro libero
IV. La disciplina del lavoro
V. Conclusione

Il cristianesimo e il lavoro

Capitolo I. Il concetto biblico della fatica
Capitolo II. Il concetto cristiano del lavoro
Capitolo III. Il cattolicesimo e il lavoro
Capitolo IV. La Riforma e il lavoro
Capitolo VIl. Rinascimento e il lavoro
Capitolo VI. La dignità del lavoro
Capitolo VII. La dignità del lavoratore

Il lavoro attraente

Suo marito

L. Pirandello

Suo marito

Con una nota di Antonio Gramsci

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 

 


[Other books by L. Pirandello]

La verità:
uno specchio
che per sé non vede,
e in cui ciascuno mira sé stesso,
com’egli però si crede,
qual’egli s’immagina che sia.

Quando Luigi Pirandello (1867–1936), Premio Nobel per la Letteratura nel 1934,  pubblicò nel 1911 presso l’editore fiorentino Quattrini il romanzo Suo marito non pochi sospettarono che l’autore si riferisse al futuro Premio Nobel Grazia Deledda: al tempo era noto il ruolo del marito della scrittrice sarda,  funzionario ministeriale, come imprenditore artistico della moglie.

In appendice a questa edizione è pubblicata una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

 

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • Suo marito
  • Capitolo I. Il banchetto
  • Capitolo II. Scuola di grandezza
  • Capitolo III . Mistress Roncella two accouchements
  • Capitolo IV. Dopo il trionfo
  • Capitolo V. La crisalide e il bruco
  • Capitolo VI. Vola via
  • Capitolo VII. Lume spento
  • Il teatro di Pirandello

Suo marito

Quaderni di Serafino Gubbio operatore

Quaderni di Serafino Gubbio operatore

L. Pirandello

Quaderni di Serafino Gubbio operatore

Con una nota di Antonio Gramsci

Acquista su Amazon:
Edizione digitale

 


[Other books by L. Pirandello]

A dir vero, la qualità precipua che si richiede in uno che faccia la mia professione è l’impassibilità di fronte all’azione che si svolge davanti alla macchina. Ma che cosa poi farà l’uomo quando tutte le macchinette gireranno da sé, questo, caro signore, resta ancora da vedere.

Luigi Pirandello (1867–1936) pubblicò il romanzo Quaderni di Serafino Gubbio operatore nell’anno 1916 con un titolo differente: Si gira… Tuttavia dopo la Guerra, nel 1925, decise di redigere una seconda edizione, con il titolo attuale.

Il genio dell’Autore già prefigurava il dibattito che avrebbe conquistato la seconda metà del Novecento sino ai giorni nostri: il rapporto uomo/macchina, qui rappresentato dalla relazione fra il cineoperatore e la sua cinepresa.

In appendice a questa edizione è pubblicata una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

 

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • Quaderni di Serafino Gubbio operatore
  • Quaderno primo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • Quaderno secondo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • Quaderno terzo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • Quaderno quarto
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • Quaderno quinto
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • Quaderno sesto
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • Quaderno settimo
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • Il teatro di Pirandello

Donna Mimma


L. Pirandello

Donna Mimma

Con una nota di Antonio Gramsci

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 

Amazon .MOBI ()


[Other books by L. Pirandello]

È il mondo in cui donna Mimma vive agli occhi dei piccoli e anche dei grandi che ridiventano subito piccoli appena la vedono passare. Piccoli, per forza, perché nessuno può sentirsi grande davanti a donna Mimma. Nessuno.

Luigi Pirandello (1867–1936) pubblicò la novella Donna Mimma nel 1925 all’interno della collezione Novelle per un anno, opera in quindici volumi mai terminata dall’autore e portata alle stampe da Bemporad e Mondadori tra gli anni 1922 e 1937.

In appendice a questa edizione è pubblicata una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

 

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • Donna Mimma
  • I. Donna Mimma parte
  • II. Donna Mimma studia
  • III. Donna Mimma ritorna
  • Il teatro di Pirandello

Donna Mimma

L’esclusa


L. Pirandello

L’esclusa

Con una nota di Antonio Gramsci

Acquista su Amazon:
Edizione digitale

 


[Other books by L. Pirandello]

Qui ogni volontà è esclusa, pur essendo lasciata ai personaggi la piena illusione ch’essi agiscano volontariamente; mentre una legge odiosa li guida o li trascina, occulta è inesorabile; e fa sì che un’innocente, scacciata dalla società — per esservi riammessa — debba prima passare sotto le forche dell’infamia, commettere cioè davvero quella colpa di cui ingiustamente era stata accusata.

Luigi Pirandello (1867–1936) pubblicò il romanzo a puntate L’Esclusa sulla rivista «La Tribuna» nel 1901, pur avendolo terminato anni prima nel 1893 con il nome di Marta Ajala. Successivamente lo stesso romanzo fu dato alle stampe dall’editore Treves nell’anno 1919.

In appendice a questa edizione è pubblicata una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

 

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • A Luigi Capuana
  • L’Esclusa
  • Parte prima
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • VII.
  • VIII.
  • IX.
  • X.
  • XI.
  • XII.
  • XIII.
  • XIV.
  • Parte seconda
  • I.
  • II.
  • III.
  • IV.
  • V.
  • VI.
  • VII.
  • VIII.
  • IX.
  • X.
  • XI.
  • XII.
  • XIII.
  • XIV.
  • XV.
  • Il teatro di Pirandello

L'Esclusa

Il fu Mattia Pascal


L. Pirandello

Il fu Mattia Pascal

Con una nota di Antonio Gramsci

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by L. Pirandello]

A noi uomini, invece, nascendo, è toccato un tristo privilegio: quello di sentirci vivere, con la bella illusione che ne risulta: di prendere cioè come una realtà fuori di noi questo nostro interno sentimento della vita, mutabile e vario, secondo i tempi, i casi e la fortuna.

Quando Luigi Pirandello (1867–1936) pubblicò, nel 1904, Il fu Mattia Pascal, il libro conobbe subito un grandissimo successo e fu tradotto immediatamente in francese e tedesco.

Tuttavia non furono risparmiate all’autore feroci critiche sull’assurdità dell’intreccio narrativo. Per questo motivo l’autore nell’edizione stampata nel 1921 ritenne opportuno inserire l’appendice – qui riprodotta – Avvertenza sugli scrupoli della fantasia per mostrare quanto la verità possa essere più assurda della fantasia.

In appendice a questa edizione è pubblicata una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

 

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • Il fu Mattia Pascal
  • I. Premessa
  • II. Premessa seconda (filosofica) a mo’ di scusa
  • III. La casa e la talpa
  • IV. Fu così
  • V. Maturazione
  • VI. Tac tac tac…
  • VII. Cambio treno
  • VIII. Adriano Meis
  • IX. Un po’ di nebbia
  • X. Acquasantiera e portacenere
  • XI. Di sera, guardando il fiume
  • XII. L’occhio e Papiano
  • XIII. Il lanternino
  • XIV. Le prodezze di Max
  • XV. Io e l’ombra mia
  • XVI. Il ritratto di Minerva
  • XVII. Rincarnazione
  • XVIII. Il fu Mattia Pascal
  • Avvertenza sugli scrupoli della fantasia
  • Il teatro di Pirandello

Il fu Mattia Pascal