Buone Festività e felice 2017

Il criticoneVolge al termine un brutto 2016 durante il quale abbiamo assistito purtroppo a nuove guerre, disastrosi terremoti e tragici attacchi terroristici. Queste premesse soffocano le migliori speranze per l’anno incipiente; ora ci attendono nuove importanti sfide – personali e globali – con le quali edificare il nuovo mondo.

Spetterà alla coscienza di ognuno concepire orizzonti diversi e proporre nuove direzioni per un vascello, il nostro, che naviga a vista in acque tormentate. Nella convinzione che saremo tutti protagonisti – nonostante le apparenze – del percorso che ci accingiamo a intraprendere, gli auspici che vorrei rivolgere con questa mia lettera sono per un 2017 in cui l’economia di condivisione e lo scambio globale delle informazioni possano riavvicinarci alla convinzione di abitare tutti lo stesso mondo.

Proprio per questo sarà necessario rispondere alla crescente esigenza di sicurezza e di ordine con la salda convinzione che il timore e l’insicurezza per il futuro si scardinano mediante pratiche di giustizia ed equità sociale.

Ti auguro quindi un buon anno, ricco di esperienze plurali, nuove scoperte e nuovi amici a cui voler bene.

Fabio Di Benedetto


J.M. Barrie
“Peter Pan
nei giardini di Kensington”

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

Si resta meravigliati a leggere questo grande classico di J.M. Barrie, certamente una delle fiabe più belle di sempre.
Come in Alice attraverso lo specchio di Carroll si suggerisce il tema della morte come fatto essenziale e connaturato al desiderio di non voler crescere. Il tempo appare con frequenti incursioni per avvertire che non c’è più tempo, e che la meraviglia di cui siamo testimoni presto svanirà.

Il Peter Pan che conoscerete ha solo sette giorni, ha perso per sempre l’opportunità di tornare da sua madre ed è destinato a non crescere relegato nell’infernale limbo dei giardini di Kensington.

Le intense illustrazioni di Arthur Rackham, presenti nella prima edizione inglese e qui ripubblicate a colori e in alta definizione, definiscono con precisione la cifra inquieta e macabra dell’Autore.

L’edizione digitale interattiva include: note e capitoli interattivi; notizie sull’Autore; notizie sul libro; una interessantissima tag cloud del libro e un link per connettersi alla comunità Goodreads, chiedere informazioni e condividere commenti e opinioni.

Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò


Lewis Carroll

Attraverso lo specchio
e quel che Alice vi trovò

Con i disegni originali di John Tenniel

Acquista su Amazon:
Edizione cartacea
Edizione digitale

 


[Other books by L. Carroll]

Nell’anno 1914 Umberto Notari — fra gli editori italiani più illuminati, creativi e innovativi della prima metà del Novecento — pubblicò la traduzione italiana del libro di Lewis Carroll Through the Looking-Glass, and What Alice Found There, con il titolo “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”.
È questo un libro bellissimo, del tutto diverso da “Alice nel paese delle meraviglie”, di cui è la continuazione. Carroll lascia il gioco delle carte e narra le nuove avventure oniriche della giovane Alice mediante l’espediente del gioco degli scacchi.

Il presente ebook include i disegni originali di sir John Tenniel, pubblicati nella prima edizione inglese.

Questa edizione riprende per intero l’opera pubblicata dall’Autore nel 1871, correggendone alcuni refusi presenti nella versione italiana.
Questa edizione digitale interattiva include: note e capitoli interattivi; notizie sull’Autore; notizie sul libro; una interessantissima tag cloud del libro e un link per connettersi alla comunità Goodreads, chiedere informazioni e condividere commenti e opinioni.

Capitoli:

  • Nota alla presente edizione
  • Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò
    Lo specchio
    II. Il giardino dei fiori vivi
    III. Gli insetti dello specchio
    IV. Tuidledum e Tuidledì
    V. Lana e acqua
    VI. Unto Dunto
    VII. Il Leone e l’Unicorno
    VIII. «È di mia speciale invenzione”
    IX. Alice regina
    X. Scuotimento
    XI. Risveglio
    XII.
Lewis Carroll, “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”
Lewis Carroll, “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”. Con i disegni originali di John Tenniel.